Exception in web requestSystem.Net.WebException: The remote name could not be resolved: 'api.nabaztag.com' at System.Net.HttpWebRequest.GetResponse() at ASP.masterpage_master.page_load(Object sender, EventArgs e) Le WCAG 2.0 sono una W3C Recommendation - AlessandroMiele

Le WCAG 2.0 sono una W3C Recommendation

Il W3C (WWW Consortium) ha stabilito l'11 Dicembre 2008 che le WCAG 2.0 (Web Content Accessibility Guidelines) sono diventate una W3C Recommendation.

Le linee guida sono un insieme di regole che aiuteranno tutti coloro che realizzano siti web a farlo in modo tale che siano accessibili a tutti, i diversamente abili e gli utenti più anziani.

Il processo secondo il quale un insieme di regole diventi una Recommendation del W3C è lungo e complesso e passa attraverso cinque stadi:

  • Working Draft - In pratica una bozza che viene visionata dai membri interni e lasciata visualizzare alla comunità pubblica. Spesso ne esistono diverse versioni.
  • Last Call Working Draft - Quando tutti i problemi sono stati risolti e le correzioni sono state effettuate, la bozza di lavoro passa in questo stadio.
  • Candidate Recommendation - Lo scopo principale di una Candidate Recommendation è assicurare che le istruzioni tecniche possano essere realmente applicate. Le regole sono stabili ma possono essere variate in base a segnalazioni da parte di coloro che in questa fase le applicano.
  • Proposed Recommendation - Quando tutte le caratteristiche del rapporto tecnico sono state applicate in un numero sufficiente di implementazioni, il rapporto viene sottoposto ai consiglieri del W3C per essere approvato.
  • W3C Recommendation (Web Standard) - Nel momento in cui viene raggiunto un sufficiente supporto al materiale tecnico da parte dei Membri del W3C, dal Direttore e il pubblico, viene pubblicato come Recommendation e diventa di fatto uno standard web. Il W3C incoraggia tutti ad adoperare sempre i suoi standard web.

Le WCAG 2.0 sono state realizzate per essere uno standard applicabile anche a tecnologie non necessariamente W3C e contengono una vasta serie di documenti di supporto per facilitarne l'implementazione.

La pubblicazione delle WCAG 2.0 è stata inoltre supportata da esempi reali dell'applicazione di tutte le caratteristiche. Il rapporto sulle implementazioni è ora parte del processo del W3C e StandardWeb.it, un'applicazione realizzata da Alessandro Miele con tecnologia Asp.Net, è una delle implementazioni valide utilizzate dal W3C per sperimentare le regole di livello A.

Le WCAG 2.0 definiscono in definitiva regole per l'accessibilità dei siti web utili a tutti. Centinaia di persone hanno contribuito alla realizzazione di queste regole ed ora è importante che vengano applcate per rendere internet un luogo piacevole ed utile da visitare evitando a chi naviga esperienze frustranti.

Molti hanno criticato le WCAG 2.0 dicendo che sono troppo complesse da applicare. Io direi invece che tenendo a mente chi naviga nel sito e non chi lo costruisce, sia estremamente semplice ed ovvio raggiungere la conformità.

Alcuni link utili:


Leave reply to this article.

Replies will be published after check. All personal information will not be published.